Ad Ascoli la festa delle Marche

18 Dicembre 2011

Sabato 17 dicembre ad Ascoli Piceno, festa per l’atletica delle Marche con due stagioni da ricordare.

 

Nella prestigiosa Sala della Ragione, presso il Palazzo dei Capitani, sono saliti in passerella tutti i protagonisti degli anni 2010 e 2011. In apertura, il saluto del vicepresidente vicario del Comitato regionale Fidal Marche, Pasquale Del Moro: “Una giornata importante per celebrare tutti i volti del nostro movimento, dal settore giovanile a quello assoluto, arrivando ai master, con un’intensa attività anche dal punto di vista organizzativo, resa possibile dal prezioso contributo del Gruppo giudici gare. Per questa ricorrenza biennale, grazie all’ospitalità dell’amministrazione comunale, approdiamo nella città di Ascoli Piceno, che ha una tradizione enorme nell’atletica. Il pensiero va poi a Gigi Serresi, scomparso di recente”. Significative le parole del presidente federale Franco Arese, che ha invitato ad un minuto di silenzio: “Proprio il ricordo di Serresi è uno dei motivi principali che mi ha spinto ad essere qui, oltre al desiderio di visitare il centro di allenamento dei lanci. E voglio trasmettere un messaggio: sento parlare spesso di crisi, ma è proprio adesso che dobbiamo ritrovare il gusto dell’appartenenza, la voglia di stare insieme, di fare atletica. Le Marche hanno sempre dato molto al nostro mondo: dai grandi campioni del passato, come Armando De Vincentis, Antonio Brutti, Gianni Del Buono, fino a Gianmarco Tamberi e alla giovanissima Eleonora Vandi, che viene da una famiglia sana e mi ha fatto emozionare con la sua splendida vittoria agli ultimi Campionati italiani cadetti di Jesolo”. Ad accogliere gli ospiti, il sindaco Guido Castelli: “Siamo onorati per la presenza ad Ascoli dei massimi esponenti dell’atletica nazionale e regionale. Dai vostri esempi positivi, possiamo prendere spunto per reagire alla crisi”. In sala anche l’assessore comunale allo sport Massimiliano Brugni, il presidente della provincia Piero Celani, l’assessore regionale Antonio Canzian, l’assessore provinciale Filippo Olivieri, con il presidente del Coni regionale Fabio Sturani e il presidente del Panathlon Club di Ancona, Tarcisio Pacetti.

Un dettagliatissimo video ha raccontato i migliori momenti delle due stagioni: 77 medaglie tricolori, 21 titoli italiani, 19 maglie azzurre, 28 primati regionali, 93 titoli italiani master, per passare quindi alle premiazioni. Quattro i riconoscimenti speciali: il tecnico dell’anno è l’ascolano Mauro Ficerai, fiduciario tecnico regionale che sta onorando il ruolo con grande capacità; il giudice dell’anno è Giuseppe Pastocchi, di Potenza Picena, sempre presente in campo, puntuale e disponibile, con il sorriso sulle labbra; mentre il dirigente dell’anno è Giuseppe Scorzoso, consigliere nazionale ed ex presidente regionale, che ha sempre mostrato piena disponibilità a collaborare con il Comitato, ma assente per un piccolo problema di salute. Il premio alla carriera, intitolato alla memoria del presidente regionale Luigi Serresi, è stato attribuito al personaggio che nel corso degli anni sia riuscito a distinguersi per moralità, serietà, impegno e professionalità, e che abbia svolto attività in maniera continuativa per almeno 50 anni: a riceverlo dalla famiglia è stato Romano De Angelis, anconetano, per otto anni a capo del Comitato regionale (dal 1964 al 1972), subito dopo consigliere nazionale per quattro mandati (dal 1973 al 1989), e successivamente presidente del Collegio nazionale dei revisori dei conti Fidal (dal 2001 al 2008), di cui ancora oggi è un componente. La  famiglia Serresi, rappresentata dalla moglie Marisa e dalle figlie Simona e Michela, ha poi ritirato l’onorificenza della Quercia di terzo grado, concessa alla memoria in via straordinaria dalla Fidal. Altra novità di questa edizione della Festa, l’assegnazione dei riconoscimenti per l’atleta e la società dell’anno 2011: Lorenzo Del Gatto, diciassettenne di Montegiorgio che ha vinto per due volte il titolo nazionale del peso allievi, e la Tecno Adriatletica Marche nel settore assoluto; la quindicenne pesarese Eleonora Vandi (pluricampionessa e primatista italiana under 16) e la Sef Stamura Ancona nell’area promozionale. Molti risultati di rilievo ottenuti anche dalle società della regione nel biennio, e in particolare nel 2011: il quarto posto dell’Atletica Avis Macerata maschile nella Finale Argento dei Societari assoluti, dove la Tecno Adriatletica Marche ha ottenuto un’altrettanto storica quinta piazza al femminile. E poi l’argento della Sef Stamura Ancona nella finale nazionale dei Societari di corsa campestre allieve, con il secondo posto dell’Atletica Potenza Picena nel Campionato italiano per club di corsa su strada.

(da comunicato stampa CR FIDAL Marche)

Nella foto in alto, un gruppo di atleti premiati; sotto il presidente federale Franco Arese con il vice-presidente vicario della FIDAL Marche Pasquale Del Moro 


Il presidente Arese alla Festa dell'Atletica delle Marche


Condividi con
Seguici su: