Ad Ancona chiusi i Tricolori Master Indoor




 
Emozioni e record fino all’ultimo ai Tricolori Master Indoor di Ancona. Anche la giornata numero tre della ventiquattresima rassegna in sala dedicata agli over 35 ha, infatti, regalato tanti nuovi primati agli annuari dell’atletica master italiana. A livello maschile, 800 in 2:25.44 per Konrad Geiser (Asd SC Meran Forst VB) che è diventato così il nuovo “recordman” degli M60. Nei 60 ha, invece, migliorato se stesso e il proprio primato lo sprinter M55 Antonio Rossi (Athlon Bastia), vincitore in 7.79. Applausi anche per l’ostacolista M65 Massimiliano Vietina (Atl. Borgo a Buggiano), neo primatista di categoria con 10.77. Il forte triplista Crescenzo Marchetti (Atl. Evergreen), ha, quindi, confermato di essere l’uomo da battere anche tra gli M55, grazie alla misura record di 12,43 metri. Tra le donne, inarrestabile Anna Micheletti (ACSI Campidoglio Palatino) che dopo, quello nei 400 metri (1:12.43), ha messo a segno anche il record F55 nei 200 con il tempo di 31.26. Stessa storia per Gabriella Ramani (GS Amici del Tram Opicina) che torna a casa con il titolo e il primato italiano F45 nei 200 (29.38) e nei 400 (1:04.62). E sull’anello gialloazzurro del Palaindoor, giro di pista da guinness dei primati anche per la F40 Marta Roccamo (Asd CUS Palermo), al traguardo in 27.27. Negli 800, Anna Di Chiara (Atl. Amatori Sangiustese), con 3:20.90, ha, invece, migliorato di quasi cinque secondi il vecchio record della categoria F60. Nei 60 hs, ancora una volta senza rivali, la primatista F60 della specialità, Rosanna Franchi (Atl. Ambrosiana) che si è affermata al vertice anche tra le F65 con 11.97. In campo femminile, inoltre, dopo il primo titolo italiano nel peso (da notare la misura: 4,60 metri) della categoria F90 per la decana della rassegna Gabre Gabric (Atl. Sandro Calvesi), Emma Mazzenga (SEF Macerata), infaticabile velocista classe 1933, ha completato il suo en plein tricolore a base di 60 (11.08), 200 (37.51) e 400 metri (1:27.38). Attivissimo più che mai anche Bruno Sobrero, M85 del CUS Torino Master, protagonista dei 200 (37.20) e dei 60 (10.25) gare in cui ha avuto la meglio sul sempreverde Ugo Sansonetti dell’ACSI Campidoglio Palatino (37.20 - 11.16). (Alessio Giovannini - C.R. Marche) Nella foto: Emma Mazzenga, una delle grandi protagoniste della rassegna marchigiana (foto organizzatori) File allegati:
- TUTTI I RISULTATI



Condividi con
Seguici su: