Francesca Orfeo regina della velocità

24 Maggio 2021

Abbattuto il record Allieve con 24"67 e fa segnare 12"03 sui 100. La Mambella 24"85 sui 200, Gaetani 10"85 sui 100, Ludovica Montanaro 14,12 nel peso

 

I campionati regionali individuali assoluti, che si sono disputati sabato e domenica 22-23 maggio allo stadio Adriatico Cornacchia di Pescara, non hanno mancato di regalare numerosi spunti tecnici. La manifestazione, la cui organizzazione è stata curata dal Comitato regionale FIDAL in collaborazione con la società Passologico Pescara, si è svolta a porte chiuse. Spicca la gara dei 200 femminili, dove in due sono andate sotto il record regionale Allieve (under 18) che resisteva da 38 anni, detenuto da Miriam Di Iorio con 24”7 (crono manuale). Ha vinto Francesca Orfeo (Aterno Pescara) con un clamoroso 24”67 (vento + 1,0 m/s), davanti alla compagna di squadra Benedetta Mambella 24”85, che l’ha incalzata sul rettilineo. Entrambe hanno frantumato i precedenti personali. Le stesse due velociste dell’Aterno si erano date battaglia a suon di personali sui 100 metri (vento + 1,2 m/s), il giorno prima, con la Orfeo vincitrice con 12”03, Mambella 12”29. Anche sui 100 maschili si registra l’impresa tecnica dell’appena diciottenne Lorenzo Gaetani (Aterno Pescara), sceso per la prima volta sotto gli undici secondi con 10”85 (vento + 0,8 m/s), che rende l’idea di un talento che ha ancora grossi margini di crescita alla luce dei numerosi infortuni che ne hanno condizionato il rendimento negli ultimi tre anni.  

Una barriera molto importante è stata superata anche nel getto del peso femminile, dove Ludovica Montanaro (Atletica Gran Sasso) ha fatto segnare 14,12 metri, con un progresso personale di 23 centimetri, a soli 17 da un annoso record regionale assoluto che dura da 40 anni. Nel disco maschile, eccellente ritorno di Michele Caporrella (Unione Atletica Abruzzo) con la misura di 52,22 metri, a poco più di un metro dal suo personale.       

Non sono state da meno le altre specialità. Nei salti, grande balzo in avanti dell’Allieva classe 2004 Ilaria Monaco (Aterno Pescara) nel triplo, dove è atterrata a 12,49 metri, con un miglioramento di 19 centimetri che sarebbe stato minimo per gli Europei under 18 se si fossero disputati quest’anno. Da ricordare che sono stati annullati per l’emergenza pandemica. La gara è stata vinta dalla veterana Giada Bilanzola (Atletica Gran Sasso) con 12,66 metri al primato stagionale. La stessa Monaco ha vinto il lungo con il primato personale di 5,64. Nell’alto femminile, conferma l’ottima condizione Mara Di Quinzio (Aterno Pescara), superando 1,72.

Sui 110 ostacoli, bel duello tra Emanuele Di Donato (Mennea Chieti), primo con 15”04, davanti a Riccardo Falasca (Aterno Pescara), 15”20 (vento + 1,2 m/s), entrambi al primato personale.

Altri risultati di rilievo. Uomini. 200: 1° Riccardo Farroni (Atletica Gran Sasso) 22”00. Giavellotto: 1: Pierpaolo Sanvito (Mennea Chieti) 59,45. 4 x 100: 1^ Atletica Gran Sasso (Colantoni, Farroni, Puca, Bonanni) 42”44. 3000 siepi: 1° Douglas Scarlato (Aterno) 9’23”98. Lungo: 1° Luigi Case (Aterno) 7,11, 2° Lorenzo Mantenuto (Atletica Gran Sasso) 7,10. Martello: 1° Stefano Barbone (Aterno) 57,91. 400 ostacoli: 1° Remo Palazzone (Atletica Gran Sasso) 57”74. Alto: 1° Stefano Tisselli (Unione Atletica Abruzzo) 1,91. Peso: 1° Andrea Franchi (Unione Atletica Abruzzo) 13,39. Donne. 100: 3^ Roberta Ciarfella (Aterno) 12”47. Disco: 1^ Ludovica Montanaro (Atletica Gran Sasso) 41,91. 100 hs: 1^ Kathelyn Marziale (Unione Atletica Abruzzo) 15”77. 800: 1^ Ludovica Mambella (Aterno) 2’23”11.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate