AL 23° MEETING S.GIULIANO, ASTA, VELOCITA' E COPPA MARCHE




 

Sotto l’aureola del 23° Meeting di San Giuliano si sono accese, sabato scorso, tante brillanti prestazioni nel segno di corse, salti e lanci. La riunione maceratese in scena allo stadio “Helvia Recina”, con oltre 180 partecipanti, ha così visto scintillare proprio diversi portacolori della società di casa, l’Atletica Avis Macerata, con Giulia Micozzi che ha portato a 3,52 m il primato regionale allieve di salto con l’asta. Non si smentisce nemmeno l’altra under 18 avisina Alessia Pistilli che ha messo dietro tutte nei 1000 m (3:01.67), così come Andrea Malaccari, allievo dell’Atletica Maxicar Civitanova, vincitore in 2:33.59 sul compagno di squadra Kamen Mobili (2:34.14). Presenza d’eccezione nello sprint che ha avuto come protagonista indiscusso il capitano della Nazionale juniores Matteo Galvan. Il vicentino che sta trascorrendo qualche giorno di vacanza e di allenamento a Macerata con l’amico e azzurro Alessandro Berdini, ha, infatti, dominato nei 100 m senza strafare, fermando il cronometro a 10.81. Alle sue spalle, il marchigiano Alessandro Attene (Fiamme Azzurre – 11.02). A livello femminile 100 metri in 12.83 per un’altra giovane promessa azzurra delle Marche, l’allieva quattrocentista Chiara Natali (Atl. Elpidiense Avis-Aido). Nei 300 m, invece, a fare faville sono stati proprio i due specialisti del giro di pista del club del presidente Arnaldo Porro, ovvero lo junior due volte Campione d’Italia Alessandro Berdini e Filippo Reina, con quest’ultimo che si è imposto 34.06 a 34.44. Sulle barriere dei 200 hs si sono, quindi sfidati, gli allievi Leonardo Ottaviani (Atl. Avis MC) e Francesco Pellicani (Atl. Recanati), rispettivamente primo e secondo in 26.62 e 26.82.

 

Ma la più applaudita è stata ancora una volta lei: Daniela Reina, appena rientrata dalla lunga trasferta ai Mondiali di Osaka in cui ha corso la semifinale dei 400 m in 51.99. Per lei, dopo le fatiche della rassegna iridata, si è trattato ovviamente soltanto di un impegno di rappresentanza nella città e in mezzo agli amici che l’hanno visto crescere atleticamente fin dai primissimi successi nelle categorie giovanili e che, con grande affetto, le hanno voluto dedicare un bello striscione al centro del campo con su scritto: “Grazie Daniela per averci fatto sognare!”. Un sogno che potrebbe presto conoscere un ulteriore atto. Domenica prossima, infatti, ad attendere la primatista italiana ci sarà il Meeting Internazionale di Rieti, su quella stessa magica pista che, un anno fa le aveva regalato una travolgente emozione da record, e su cui Daniela tornerà ad indossare le scarpette chiodate per centrare subito il minimo di partecipazione (51.55) per le prossime Olimpiadi di Pechino.

 

E a batterle le mani in prima fila con in testa magari lo stesso sogno, c’era anche la chiassosa onda giovane dell’atletica della nostra regione che nel week-end ha visto i ragazzi e i cadetti dei vari club darsi battaglia per la conquista della Coppa Marche. A spuntarla nella categoria Ragazzi è stata l’Atletica Sangiorgese Tecnolift, che si è aggiudicata anche il secondo posto tra le “Ragazze” dietro soltanto all’Atletica Avis Macerata che ha fatto il bis con il primo posto a livello Cadette. Coppa Marche Cadetti, invece, all’Atletica Osimo.    

 


 



Condividi con
Seguici su: