A William Kibor la 7^ Edizone dell'Americana Trofeo Verduci




 

Kibor_MottaS.GiovanniLa 7^ edizione del Trofeo Verduci, classica americana ad eliminazione, è stata aggiudicata dal keniano William Kibor che all'ultimo dei 14 giri, è stato l’atleta più forte ed in forma tra i corridori in gara. Un gara entusiasmante che ha coinvolto il pubblico accorso numerosissimo a questa “classica” della cittadina mottese, guidato dallo speaker Nerli Ballati. Dopo i primi due giri interlocutori, alla prima volata è costretto a lasciare il keniano Rugut Mathew Kiprotich (Atletica Virtus Lucca) e nelle volate successive escono di scena Salvatore Arena (Atl. Recanati), Costantino Consolato (G.P. Parco Alpi Apuane), Angelo Iannelli (Fiamme Azzurre), Andrea Pranno (G.P. Parco Alpi Apuane), Natale Napoli (Enterprise Sport & Service Benevento).

Prima dei quattro giri finali ancora incerto è il nome del futuro vincitore, per cui gli atleti si continuano a dare battaglia in quanto nessuno è intenzionato a mollare. Però, dopo l’ennesimo sprint, esce di scena Gilio Giannone (Cus Camerino) e poi il marocchino Cherkaoui Laalami (RCF Roma Sud). Nella volata a quattro dell'ultimo giro, rimangono in gara gli italiani Gerratana e Haidane, il keniano Kibor ed il ruandese Simukeka. La fatica della gara del giorno precendente ad Isernia e le ore di viaggio non hanno scoraggiato William Kibor (G.P. Parco Alpi Apuane), che con un poderoso allungo finale, giunge per primo al traguardo. Seguono, nell’ordine Giuseppe Gerratana (CS Aeronautica Militare) he ha saputo tener testa ai corridori stranieri, Simukeka Jean Baptiste (RCF Roma Sud) e Abdellah Haidane (Cus Pro Patria Milano). Alla fine delle gare tutti i concorrenti sono stati premiati dalle numerose autorità politiche e sportive che hanno voluto essere presenti ad una così importante manifestazione ed il vincitore ha alzato al cielo il Trofeo consegnato dalla signora Caterina Triolo, moglie del dirigente Fidal Francesco Verduci e dagli ex colleghi di lavoro Daniele Vacalebre e Giovanna Chilà. Abbinato all’americana, c’è stata la consegna, da parte del presidente della Fidal Calabria Ignazio Vita, del "Premio G.G.G. Francesco Verduci" che è stato assegnato al giudice reggino Davide Pignata, per essersi contraddistinto nello svolgimento nelle precipue mansioni di giudice di gara sia in ambito regionale che nazionale. Nel saluto finale a tutto il pubblico assiepato ai piedi del palco, Giovanni Verduci - Vice Presidente dell'Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria e fratello del compianto Ciccio Verduci, ha dato appuntamento alla prossima edizione del Trofeo Verduci 2015.



Condividi con
Seguici su: