A San Giorgio su Legnano con tante ambizioni ...




 

Domenica 27 febbraio a San Giorgio su Legnano sono in programma i Campionati Italiani di Società di Cross. A questa manifestazione prenderanno parte numerose formazioni dell’Emilia Romagna, qualificatesi in base alle classifiche dei cross del C.d.S. regionale o per i piazzamenti ottenuti nella scorsa edizione dei C.d.S. nazionali.

Nell’edizione 2010 dei C.d.S. nazionali di cross, che si svolsero a Volpiano, ricordiamo una bellissima doppietta nella categoria allieve da parte di 2 nostre società: il Mollificio Modenese Cittadella vinse il titolo, con la Corradini Rubiera che si piazzò al 2° posto. Sono ancora le atlete del Mollificio Modenese, soprattutto nella categoria juniores, che possono puntare anche quest’anno a un grande risultato, ma la formazione modenese è in grado di fare bene anche nelle allieve.

Vediamo per ogni categoria quali sono le società e gli atleti della nostra regione che risultano iscritte e quali le prospettive attese.

Nella categoria allieve, prima gara in programma alle ore 10.00, saranno in gara per l’Emilia Romagna le formazioni di Acquadela Bologna, Atl. Estense, Mollificio Modenese, Rcm Casinalbo e Atl. Lugo. E’ naturalmente il Mollificio Modenese la società in grado di puntare al piazzamento migliore, grazie anche alla favorita a livello individuale della gara, Christine Santi, pluricampionessa italiana di cross (2009 e 2010 da cadetta e 2011 da allieva). L’accompagneranno in gara Chiara Covili, l’unica ancora allieva fra le vincitrici del titolo 2010, Ilaria Baisi, Angela Castellani Tarabini e, sorpresa, Raphaela Lukudo, velocista/ostacolista fra le migliori in campo nazionale che ritorna a fare un cross dopo gli anni da cadetta (dove peraltro si è sempre piazzata discretamente) e il suo impiego mostra l’intenzione della compagine di Gianni Ferraguti di non lasciare nulla d’intentato per confermare il titolo nazionale vinto lo scorso anno. Rcm Casinalbo con Giulia Mattioli, seconda ai campionati individuali dietro Christine Santi, guida le compagne Elena Camatti e Alice Toccaceli come atleta di punta, a un piazzamento di società interessante, come pure l’Acquadela Bologna, che deve però rinunciare a Flavia Mezja per un incidente occorsole una decina di giorni fa mentre si stava allenando.

Negli allievi, gara di 5 km con partenza alle 10.30, sono iscritte Atl. Imola Sacmi Avis, Francesco Francia, Atl. Castenaso Celtic Druid, Modena Atletica, Cus Parma e Corradini Rubiera. A livello societario sono Atl. Imola e Corradini le formazione più accreditate per il miglior piazzamento, Imola con Luca Becca, Francesco Conti, Francesco Dottori, Stefano Grandi e Vadym Shtypula, Rubiera con Eros Baldini, Damiano Guerrieri. Duran Gunasegaran, Giacomo Pellesi e Davide Zinni. E’ proprio Damiano Guerrieri della Corradini Rubiera l’atleta che a livello individuale si presenta con maggiori possibilità di arrivare tra i primi, con Tommaso Merighi (Francesco Francia) 4° ai Campionati Italiani Indoor sui 1000 metri e Fabio Ciati (Cus Parma), anche loro possibili ben piazzati.

Nelle juniores donne, la gara con il minor numero di iscritti (solo 80 atlete), prevista per le ore 11,  saranno presenti solo 2 società della Emilia Romagna, il Mollificio Modenese Cittadella e il Cus Parma. Il Mollificio schiera Chiara Casolari, Francesca Bertoni e Laura Squarzina, vincitrici fra le allieve nel 2010, oltre a Francesca Giacobazzi e Laura Bertoni. Come hanno già dimostrato ai Campionati Italiani di Varese con Casolari al 5° posto, Giacobazzi al 13°, Francesca Bertoni al 18° e Squarzina al 21°, sulla carta nessuna formazione può piazzare altrettanto bene le proprie atlete, ma in un C.d.S. Nazionale di cross le classifiche di società non sono mai definibili in modo certo. Il Cus Parma con Francesca Pastorelli, Gloria Robuschi, Annalisa Schianchi e Arianna Tebaldi potrebbe anche puntare a un piazzamento nelle prime 10 sulle 21 società iscritte.

Alle 11.35 è la volta degli juniores uomini, impegnati sugli 8 km. Sono iscritte Acquadela Bologna, Atl. Imola Sacmi Avis, Fratellanza 1874 Modena, Cus Parma, Corradini Rubiera. E’ la Fratellanza la formazione della Emilia Romagna con maggiori ambizioni. A livello regionale ha dominato, in campo nazionale troverà compagini altrettanto forti, ma Matteo Campana, Morad Mazouzi, Riccardo Tamassia, Daniele Zanasi, con il rinforzo di Marco Zanni (2 titoli italiani juniores indoor vinti ad Ancona il 12-13 febbraio) possono fare molto bene. A livello individuale gareggerà a San Giorgio su Legnano anche il campione italiano juniores di cross Andrea Sanguinetti (Edera Forlì), in quanto il settore tecnico della Fidal Nazionale, in base anche ai risultati di questa gara, diramerà le convocazioni per i Mondiali di cross. La presenza di Sanguinetti, vincitore con quasi un minuto di vantaggio a Varese sul 2° classificato, servirà per misurare il valore degli altri juniores candidati a una maglia azzurra, fra i quali potrebbe rientrare anche lo stesso Zanni, che già si è conquistato quella sui 1500 metri per l’incontro internazionale Italia Francia Germania ad Amburgo.

Alle ore 12.20 è in programma il cross corto donne. Al via le formazioni della Acquadela Bologna, Atl. Estense, Mollificio Modenese, Atl. Lugo, Atl. 85 Faenza, Self Montanari Gruzza e Corradini Rubiera. Sono ben 222 le atlete iscritte e le posizioni delle nostre formazioni in base al C.d.S. regionale potrebbero essere non attendibili in quanto ci saranno spostamenti di atlete da cross corto e lungo e viceversa. Comunque la compattezza della Corradini Rubiera, nonostante l’indirizzo al cross lungo delle proprie punte, non si dovrebbe discutere e se le seconde linee si chiamano Monica Bondioli, Lara Mustat, Fiorenza Pierli e Laura Ricci, arriverà comunque un piazzamento di rilievo. A livello individuale ci sarà il debutto stagionale nel cross per Barbara Bressi, comunque già in buona condizione ai Campionati Assoluti Indoor sui 3000 metri.

La gara di cross corto uomini alle 12.50 è sempre stata una delle più spettacolari dei C.d.S. nazionali. Con 312 atleti al via, sulla distanza di 4 km la selezione è quasi impossibile e gli arrivi di molti atleti si concentreranno in poche decine di secondi. Per l’Emilia Romagna ci saranno le formazioni di Virtus Emilsider Bologna, Carabinieri Bologna, Atl. Imola Sacmi Avis, Fratellanza 1874 Modena, Corradini Rubiera, Pol. Arceto e Reggio Event’s. Sono naturalmente i Carabinieri la formazione più accreditata per un piazzamento sul podio: lo scorso anno a Volpiano si piazzarono al 2° posto dietro le Fiamme Gialle, schierando Stefano La Rosa, Christian Obrist, Matteo Villani, Denis Curzi. Quest’anno ci saranno ancora Obrist, Villani e Curzi, mentre Stefano La Rosa, l’atleta più forte, sarà rimpiazzato dal sempre valido Danilo Goffi. Le Fiamme Gialle con Lalli, Nasti e Perrone, le Fiamme Oro con Ceccarelli, Gariboldi, Lazzari e Zanatta, l’Esercito con Buttazzo, Crespi, Iannone e Salami, l’Aeronautica con Cannata, De Marco, Fontana, Licciardi dovrebbero essere le maggiori antagoniste della formazione bolognese. Dopo i Carabinieri, potrebbe essere la Fratellanza la seconda squadra emiliana, schierando gli esperti Mohamed Moro, Liberato Pellecchia e Antonio Santi e i più giovani Andrea Baruffaldi e Abebe Gasparini.

Penultima gara è il cross lungo donne previsto alle 13.15. Sono iscritte per l’Emilia Romagna Gabbi Bologna, Mollificio Modenese, Cus Parma, Atl. 85 Faenza, Corradini Rubiera. Quest’ultima, 4° posto nel 2010, schiera le fortissime Ivana Iozzia, Gloria Marconi e Daniela Paterlini, oltre a Mara Fornasari. Esercito, Runner Team 99 e Forestale dovrebbero essere le altre società con cui la Corradini dovrà lottare per andare sul podio. L’Esercito, probabilmente fuori portata, schiera Dal Ri, Francario, Inglese, Romagnolo e Soufyane; Runner Team 99 avrà in gara Belotti, la campionessa italiana Nadia Ejjafini, Martina Facciani, Fotia e la marocchina Ghizlane; la Forestale le maratonete Genovese e Toniolo oltre a Silvia La Barbera e la 45enne Roberti.

Ultima gara (alle 14.00) & egrave; il cross lungo uomini. Per l’Emilia Romagna avremo Gabbi Bologna, Atl. Imola Sacmi Avis, Romagna Running, Fratellanza 1874, Pod. Madonna di Sotto e Corradini Rubiera. La formazione imolese con Marco Baldinetti, Manuel Biagiotti, Gianluca Borghesi, Emanuele Ghiraldini e Rudy Magagnoli, largamente vincitrice del titolo regionale, è la compagine della regione con le maggiori prospettive di piazzamento e appare ulteriormente rinforzata grazie all’inserimento di Ghiraldini che nei cross regionali aveva disputato il cross corto.

Per la classifica combinata, per la quale occorre essere classificati in almeno 3 prove su 4, concorreranno dunque il Mollificio Modenese e il Cus Parma nelle donne e l’Atl. Imola, la Fratellanza e la Corradini Rubiera negli uomini. Tutte queste formazioni potrebbero classificarsi nelle prime 10: il Mollificio Modenese, fortissima nelle allieve e nelle junior, appare abbastanza competitiva anche nel cross lungo, il Cus Parma con le juniores e i 2 cross seniores può ugualmente fare molto bene, l’Atl. Imola e la Corradini Rubiera hanno 4 formazioni equilibrate e compatte, mentre la Fratellanza ha punti di forza negli juniores e nel cross corto.

 

Giorgio Rizzoli



Condividi con
Seguici su: