A Roma doppia sfida per lo scudetto




 
Chi raccoglierà il testimone da Fiamme Gialle e Sai Fondiaria? I Campionati Italiani di Società, primo atto di un periodo concentrato ed intensissimo per l’atletica italiana che passerà anche per il Golden Gala (2 luglio), i Tricolori di Firenze (10-11 luglio) e l’allestimento dei Mondiali Juniores (Grosseto, 12-18 luglio), assegnano tra sabato e domenica gli ambiti scudetti, e all’immediata vigilia delle gare si preannuncia un’aspra battaglia per la conquista del trofeo. Le Fiamme Gialle, a fronte delle indisposizioni di alcuni grossi calibri devono difendersi dall’assalto di Carabinieri e, in seconda battuta, Fiamme Oro, mentre fra le donne la sfida è aperta con la Tris, che però dovrà continuare a fare a meno della Levorato che posticipa ulteriormente il suo ritorno in pista. Le Fiamme Gialle si presentano all’appuntamento tricolore con importanti defezioni, ultima quella di Gibilisco sostituito da Margesin, atleta da 4,80: “Perderemo sicuramente dei punti – afferma il responsabile tecnico Vittorio Di Saverio – speriamo che comunque lo spirito di squadra faccia la differenza come in passato”. Le punte della squadra sono quindi Collio, impegnato subito sui 100 metri dove spera di scendere sotto i 10.30, Giaconi che sui 110 hs vuole cancellare la debacle di Coppa Europa, e Tizzoni, protagonista domenica nel martello. Dal canto loro i Carabinieri guidati dall’ex marciatore azzurro Visini sono tranquilli e pronti al colpaccio. Proprio i 100 hs si candidano ad essere sfida incerta, con Pizzoli che è pronto a fare lo sgambetto a Giaconi, e con Rabino che sui 100 prova a convincere i tecnici a trovargli un posto in staffetta. Le Fiamme Oro saranno invece guidate da Andrea Longo, al suo rientro in pista domenica sugli 800 in un test in vista del Golden Gala. Nella prima giornata di gare da seguire anche l’esordio fra i “grandi” di Andrew Howe nel lungo. Fra le donne la novità dell’ultim’ora è la presenza nelle file della Sai Fondiaria del nuovo acquisto, la senegalese Thiam, iridata a Edmonton 2001, che farà il suo esordio stagionale sui 400: “E’ alla prima gara della stagione, ma contiamo che possa già correre in 52 secondi – afferma il team manager Enrico Palleri – La Thiam prende il posto della Ceccarelli che così si concentra per la sfida di domenica sugli ostacoli con la Niederstaetter. Con la campionessa africana contiamo di avere una staffetta 4x400 stratosferica: lei, Ceccarelli, Graglia e Smargiassi possono anche ambire al record italiano di società (3:33.90 della Snam, vecchio di quattro anni)”. L’occasione offerta dallo stadio di Casal del Marmo è utile anche per coloro che ambiscono ad andare a caccia del minimo per la selezione olimpica. Si spera che la doppia giornata di gare restituisca qualche sorriso all’atletica italiana di vertice, le occasioni ormai cominciano a contarsi sulle dita di una mano… Nella foto: Andrea Giaconi (FF.GG.) File allegati:
- Il programma orario



Condividi con
Seguici su: