A Rivisondoli sorgerà una pista di atletica leggera



Ufficializzato l'accordo tra FIDAL e Amministrazione Comunale. La sede diventerà un centro estivo permanente di allenamento


 

 Sorgerà in Abruzzo un’altra pista di atletica leggera. La sede sarà Rivisondoli, paese dell’Alto Sangro, in provincia di L’Aquila, noto soprattutto per le stazioni sciistiche. I lavori sono già partiti, grazie all’accordo tra il Comune e la Federazione Italiana di Atletica Leggera, che per l’occasione era rappresentata, nell’incontro di ufficializzazione dell’attuazione del progetto avvenuto presso la sala consiliare municipale, dal presidente Alfio Giomi, dal presidente del Comitato Regionale FIDAL, Concetta Balsorio, e dal consigliere regionale FIDAL, Maurizio Salvi. La costruzione della pista sarà finanziata dal Comune. Un’idea ambiziosa e di grande significato per l’atletica nazionale e regionale, in quanto quello di Rivisondoli diverrà un importante centro di preparazione, soprattutto delle specialità di resistenza dell’atletica leggera. Oltre alla pista, sorgeranno in zona anche percorsi per praticare l’eco trail e il nordic  walking, discipline podistiche emergenti, che avranno un rilevante richiamo turistico. Con Rivisondoli >> commenta con soddisfazione la Balsorio, << si completa il discorso già iniziato con la sede di allenamento degli atleti delle specialità di resistenza. Il presidente Giomi ha incontrato anche il responsabile federale degli impianti sportivi, Gianfranco Renzulli, con il quale ha discusso degli ultimi dettagli del progetto >>. Ma quale funzione avrà questa pista? << Sarà un centro estivo permanente di allenamento >> fa sapere la Balsorio. << Il nostro Comitato Regionale farà in modo che questo impianto diventi un fiore all’occhiello del Centro Sud Italia. Con il ritorno all’efficienza delle piste di L’Aquila e Chieti, credo che l’Abruzzo abbia coperto quasi tutto il territorio, per quanto riguarda gli impianti di atletica leggera. Anche se >> precisa la Balsorio << rimane in piedi la questione della pista di Lanciano, che dovrebbe essere ristrutturata, e mi preoccupa la situazione dello stadio di Pescara, che il Comune vorrebbe cambiare come destinazione d’uso  >>. 



Condividi con
Seguici su: