A Modena Desalu e Valbonesi ottengono il minimo per i Mondiali Juniores




 

Oltre 400 atleti gara al Memorial Roberto Goldoni Franco Benetti di Modena, meeting valido per la seconda fase del C.d.S. Assoluto, intitolato alla memoria di 2 amici giudici di gara (e non solo) prematuramente scomparsi. In particolare la gara dei 200 metri uomini era dedicata a Roberto e quella dei 200 metri donne a Franco e proprio in queste 2 gare ci sono stati risultati importanti.

Nei 200 metri uomini 2 atleti della nostra regione hanno ottenuto il minimo per i Campionati Mondiali Juniores di Barcellona, fissato a 21.55. Nei Campionati Italiani di categoria disputati nello scorso fine settimana a Misano, Desalu e Valbonesi avevano già corso rispettivamente in 21.06 e 21.53, ma la loro prestazione era stata inficiata da vento favorevole +2,4. Oggi hanno corso la prima serie, con vento finalmente e ampiamente nei limiti (+0,6) e sono arrivati tempi di 21.19 per Desalu e 21.54 per Valbonesi. Per Desalu si tratta anche del primato regionale juniores, che migliora il 21.32 di Stefano Anceschi stabilito nel 2003, mentre Valbonesi con il 21.41 realizzato lo scorso anno, retrocede di una posizione nella graduatoria regionale all time di categoria, visto che Desalu partiva, come italiano, da un 21.57 realizzato il 6 giugno a Milano, oltre a 2 prestazioni ventose di 21.06 (+2,4) e 21.13 (+3,7). Per quanto riguarda i Campionati Mondiali Juniores di Barcellona, Desalu sale al 1° posto (con vento nella norma) della graduatoria nazionale 2012, mentre Valbonesi è preceduto dai quattrocentisti Michele Tricca con 21.36 (+1,8) e Marco Lorenzi con 21.42 (+0,3) e si dovrà confrontare anche con il toscano Filippo Bruschi che lo ha preceduto a Misano, con il 2° posto dietro a Desalu in 21.40 (+2,4) e presente pure oggi, come vedremo. Ottime quindi le prestazioni di Desalu e Valbonesi, ma non abbiamo ancora scritto chi si è aggiudicato il Memorial Goldoni, in quanto Desalu è terminato al 2° posto e Valbonesi al 4°: il vincitore dei 200 metri è stato infatti Alessandro Berdini (Aeronautica) con 21.11, davanti appunto a Desalu (Interflumina E’ Più Pomì) con 21.19, al veneto Diego Zuodar (Biotekna Marcon) 21.31, a Valbonesi (Atl. Imola Sacmi Avis) 21.54 e al citato Filippo Bruschi (Atl. Firenze Marathon) 21.62. Alla fine nei 200 uomini si sono disputate 14 serie e fra gli atleti presenti nelle altre serie citiamo anche il primato personale di Kevin Menzani (Fratellanza), per la prima volta sotto i 22 secondi, con 21.94 in seconda serie (+1,3).

Nei 200 metri donne, gara intitolata a Franco Benetti, successo per la junior Silvia Corbucci (Cus Bologna) con 24.80 (+0,6), davanti a Valentina Palezza (Quercia Trentingrana) 25.05 e alla allieva Caterina Bagli (Atl. Santamonica Misano) 25.26, primato personale, come pure lo ottiene l’altra allieva emiliana, Ayomide Folorunso (Cus Parma), vincitrice della seconda serie con 25.31 (+0,3).

Nelle altre gare arriva proprio a fine riunione una gran bella prestazione nei 3000 siepi donne, con Elena Briganti (Edera Forlì) a cui la foto di copertina che le abbiamo dedicato oggi, in occasione dell’elenco iscritti del Memorial Goldoni Benetti pubblicato nel sito, ha portato bene. Dopo il 3° posto ai Campionati Italiani Promesse, dietro 2 fortissime atlete come Giulia Martinelli e Valeria Roffino, con il personale di 10.49.48 e quarta prestazione regionale assoluta all time, oggi Elena si è nuovamente migliorata con 10.42.04, con il quale scala un’altra posizione nella all time regionale, superando il 10.45.38 di Michela Guizzardi e rimanendo alle spalle delle sole Elena Romagnolo 10.05.76 e Lucia Colì 10.38.00. Non solo, è anche la settima prestazione nazionale assoluta 2012 e quindi la forlivese entra a tutti gli effetti nella elite di questa specialità, che è sempre stata la sua gara preferita fin da allieva (sui 2000 siepi) e da junior, ma il progresso di questi ultimi 2 anni è stato notevolissimo, passando da 11.34.60 del 2010 al tempo di oggi o ancora più effetto è il tempo che aveva come personale nei 3000 metri piani fino al 2010, 10.48.20, ma siepi e riviera hanno sempre dato poco fastidio a questa ragazza. La bella prestazione cronometrica di oggi è anche dovuta al confronto con Veronica Paterlini (Cus Parma), quasi debuttante sulle siepi (dopo vedremo …), ma tra le più forti atlete della regione su tutte le distanze del mezzofondo. La Paterlini, dopo un inizio prudente, sembrava avere preso le misure delle barriere e a circa metà gara era passata in testa. Negli ultimi 2 giri la Briganti replicava alla grande, lasciando Veronica a qualche secondo, ma il suo tempo di 10.46. 92 non è proprio male e costituisce la quinta prestazione regionale all time. Per Veronica non si è trattato di un debutto in assoluto sulle siepi, perché nel 2006-2007 corse alcune volte questa gara, con migliore risultato 12.02.87. Anche per l’atleta del Cus Parma, la prestazione di oggi vale un posto nelle prime 10 dell’anno in Italia.

Insieme ai 3000 siepi terminava anche la gara di asta donne, dove Giorgia Benecchi (Esercito) con 4,35 è arrivata a 1 cm dal suo primato personale che aveva ottenuto in gara indoor e ha raggiunto nella vetta nazionale del 2012 la migliore prestazione che aveva realizzato la junior Roberta Bruni (Atl. Studentesca Ca.Ri.RI) ai Campionati Italiani di Misano.

In breve le altre gare di oggi: nei 1500 vittoria del marocchino Omar Choukri (Mds Panariagroup) con 3.54.70, ma molto bene lo junior Riccardo Tamassia (Fratellanza), che gli ha dato filo da torcere e ha chiuso in 3.55.53, primato personale migliorato di oltre 2 secondi. Personale anche per l’allievo Yassin Bouih (Reggio Event’s) al 4° posto con 4.04.08, in progresso di oltre 4 secondi.

Nei 3000 siepi gara solitaria per Matteo Villani (Carabinieri) vincitore in 8.57.13. Nei 400 hs a sorpresa in seconda serie spunta Angelo Lella (Athletic Club 96) miglior tempo con 53.60. Nell’alto Giuseppe Carollo (Fiamme Oro) con 2,16 vince su Nicola Ciotti (Carabinieri) a 2,12. Nel triplo 15,20 (+0,6) per Paolo Orlandini e nel martello 60,82 per Nicolò Bolla (Cus Parma).

Nelle altre gare femminili facile successo negli 800 metri per Barbara Bressi (Self Montanari Gruzza) con 2.17.01. Nei 400 hs vittoria della junior Raphaela Lukudo (Mollificio Modenese) con 1.02.63 e primato personale per la compagna di club Lara Giovanelli con 1.04.06. Nel lungo successo per un& rsquo;altra junior Giada Palezza (Atl. Schio) con 5,97 (+0,3). Nel disco 51,78 per Anna Salvini (Cus Pisa Atl. Cascina). Nel martello 60,11 per Elisa Magni (Cus Parma), che recentemente (Livorno 2 giugno) aveva ottenuto la seconda migliore prestazione regionale assoluta all time con 60,56, inferiore solo al primato regionale di Ester Balassini di 68,50 (2001).

Nelle gare giovanili che avevano aperto il meeting segnaliamo il notevole 10.21 (+0,5) sugli 80 metri di Eleonora Iori negli 80 metri cadette, attualmente 5° tempo 2012 con crono elettrico in campo nazionale.

 

Giorgio Rizzoli

 

La foto grande è di Giancarlo Colombo/Fidal. Si tratta del podio dei 200 metri ai Campionati Italiani Juniores di Misano con Bruschi, Desalu e Valbonesi, tutti e 3 presenti oggi a Modena al Memorial Goldoni Benetti

 



Condividi con
Seguici su: