A Merano due vittorie kenyane




 
Non c’era solamente la Maratona di padova nel programma domenicale dell’atletica. A Merano la 15,. Edizione della Maratonina di Primavera Merano-Lagundo per l’ennesima volta nel segno dei corridori kenyani. Il primo dei 1.450 partecipanti alla principale classica del calendario altoatesino è stato infatti Jackson Kirwa, che ha concluso la sua fatica nel notevole tempo di 1h01:30, un tempo eccezionale anche perché ottenuto dopo una gara quasi totalmente in solitario. Grande prova anche del secondo, il tanzaniano Samwel Shauri, che nel finale ha recuperato gran parte del distacco fino a giungere a soli 3 secondi dal vincitore. Primo italiano Said Boudalia (Biotekna Marcon), il marocchino naturalizzato italiano quinto in 1h05:47. Fra le donne successo in 1h13:36 della kenyana Beatrice Jepchumba davanti all’ex tricolore dei 10000 Renate Rungger (Forestale) in 1h15:07. Notevole attività in Campania. Nel Giralagodaverno, prova sull’inconsueta distanza di un’ora di corsa la vittoria è andata al mezzofondista dell’Aeronautica Federico Simionato che ha concluso percorrendo 18.752 metri, oltre 500 più del precedente record della manifestazione. Secondo Paolo Ciappa (Riccardi Milano/17.559) e terzo Gennario Ciambriello (Atl.Quagliano/16.756). In campo femminile vittoria per Carla Fusco (Asa Detur) con 13.719 metri davanti a Ania Paniak (Napoli Nord Marathon/13.382) e Mena Febbraio (Stufe di Nerone/13.239). Tra venerdì e domenica era invece in programma fra Procida, Capri e Ischia il Maratonisole, prova a tappe che ha fatto registrare il successo del kenyano Philemon Kipkering (Atl.Gonnesa) e Gloria Marconi (Cover Mapei). g.g. Nella foto: Renate Rungger (archivio Fidal)


Condividi con
Seguici su: