A Firenze il weekend delle multiple

11 Maggio 2021

Seconda edizione per il meeting Epta-Deca 12+12 con Sveva Gerevini nell’eptathlon e Simone Cairoli per il suo ultimo decathlon. Il presidente FIDAL Mei: “Crediamo nelle multiple, la base per i giovani”

 

Un meeting di prove multiple, a invito, con alcuni dei migliori specialisti italiani del decathlon e dell’eptathlon. Nel weekend di sabato 15 e domenica 16 maggio, al campo Betti di Firenze, va in scena la seconda edizione di Epta-Deca 12+12, l’evento ideato nel 2020 dalla ProSport per contribuire alla crescita e al rilancio delle multiple in Italia. Come già anticipato, sarà l’ultimo decathlon della carriera per Simone Cairoli (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), frenato da problemi ai tendini d’Achille: con lui gareggeranno, tra gli altri, anche Lorenzo Modugno (Polisportiva Triveneto Trieste), Alberto Brini (Atl. Imola Sacmi Avis), Simone Ronzoni (Atl. Imola Sacmi Avis), Amar Kasibovic (Atl. Vicentina). Al femminile, Sveva Gerevini (Carabinieri) torna in azione dopo il Multistars di Lana (5718 punti) per provare a migliorare il personale di 5907 punti degli Assoluti di Bressanone 2019: a sfidarla saranno la campionessa italiana del pentathon Marta Giaele Giovannini (Atl. Livorno) e altre buone interpreti tra cui Federica Palumbo (Libertas Unicusano Livorno), Greta Brugnolo (Atl. Riviera del Brenta), Eleonora Ferrero (Cus Genova) e Rebecca Scardovi (Atl. Lugo).

L’evento è stato presentato stamattina a Palazzo Vecchio, a Firenze, alla presenza del presidente della FIDAL Stefano Mei: “Fin dall’inizio sono stato entusiasta del meeting perché credo molto nelle multidiscipline, penso si debba partire da qui soprattutto per i più giovani, e dobbiamo anche abituare il pubblico alle prove multiple. Siamo di nuovo a Firenze: un filo rosso lega la Festa del cross di Campi Bisenzio, l’evento del weekend e il Golden Gala del 10 giugno, fortemente voluto a Firenze dalle amministrazioni locali”. Dal presidente federale anche un ringraziamento a Simone Cairoli: “È diventato il supereroe dei decatleti italiani e anche per il giovane Dester è un punto di riferimento. Il fatto che debba abbandonare forzatamente la sua attività è un male per tutti ma sono certo che saprà far bene negli altri impegni che si troverà ad affrontare”. E uno sguardo più generale all’avvicinamento verso Tokyo: “Abbiamo una Nazionale compatta e un settore tecnico che sostiene sistematicamente i ragazzi - le parole del presidente Mei - a Torun e Chorzow ho visto grande determinazione e voglia di dimostrare che l’atletica italiana è viva. Da parte mia credo di aver portato un po’ di entusiasmo e un po’ della mia esperienza da atleta. Mi sento come un ‘fratello maggiore’ per i ragazzi”.

Nella cerimonia di presentazione hanno partecipato il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, l’assessore allo sport del Comune di Firenze Cosimo Guccione, il delegato provinciale CONI Fabio Giorgetti, Damiano Sforzi per il CONI Toscana e il presidente del Comitato Regionale FIDAL Toscana Alessandro Alberti. A illustrare i partecipanti e gli aspetti tecnici è stato l’organizzatore Riccardo Calcini: “Sveva Gerevini darà lustro alla manifestazione - annuncia - è la migliore italiana nell’eptathlon e viene a Firenze con l’ambizione dei 6000 punti, che tutti speriamo riesca a raggiungere. Abbiamo anche alcune gare extra, nell’asta maschile e femminile e nel peso, con alcuni dei migliori italiani, tra cui Bruni, Malavisi, Molinarolo e Mandusic nell’asta, Ferrara, Bianchetti e Del Gatto nel peso. L’idea è proprio quella di riportare la grande atletica a Firenze e nei prossimi anni far rivivere i fasti del glorioso meeting di Giuliano Tosi, presidente della ProSport”.

Ha collaborato Carlo Carotenuto/FIDAL Toscana

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: