A Federica Vumbaca ed Ernesto Pascone il Trofeo Coni 2014




 

pasconeAncora un week-end sidernese per un'altra manifestazione di atletica leggera, assoluta e giovanile, precisamente i Campionati Regionali Assoluti e i Campionati Provinciali Cadetti e Cadette, che si sono svolti sull'impianto dello stadio comunale della città di Siderno venerdì e sabato u.s.- I due pomeriggi, alquanto caldi e con un vento a tratti fastidioso, non hanno favorito le prestazioni tecniche degli atleti. Nelle gare in programma, riservate alla categoria cadetti e cadette, quelle del salto in alto maschile e femminile, facevano parte del "Trofeo CONI 2014" e le gare, nell'occasione sono andate a Ernesto Pascone (Bramatletica) che, dopo aver superato l'asticella

alla misura di m. 1,95 tenta la scalata oltre il muro dei due metri. L'asticella viene posta a m. 2,01 ma i primi due tentativi "vanno a buca" mentre il terzo, il migliore, anche se fallito, lascia presagire che nel corso della stagione sarà un obiettivo raggiungibile. Nell'alto femminile è ancora Federica Vumbaca (Atletica Siderno) che s'impone facilmente superando al primo tentativo l'asticella posta a metri 1,45; tenta poi le tre prove a m. 1,50 ma anche per lei l'appuntamento è rimandato. Col vento contrario (-1,8) Marco Popone (Atl. Barbas) s'impone nei metri 200 col tempo di 24"52, al secondo posto Gabrie Hutanu (Atl. Runners 2012 KR) che chiude in 24"92. La gara dei m. 800 assoluti vede prevalere l'allievo Giuseppe Pilello (Atletica Minniti) che chiude i due giri di pista in 2'06"55, staccando sul rettilineo d'arrivo l'altro allievo in gara, Paolo Gaudioso (Fiamma Atl. Catanzaro) che ottiene il tempo di 2'07"04. Gara tattica, per l'aggiudicazione del titolo, ma con un modestissimo risultato, nei m. 1500 dove l'esperto Leonardo Selvaggi (Fiamma Atl. Catanzaro) che ha lasciato tirare quasi tutta la gara al giovane Pilello, all'entrata del rettilineo finale, lo inforca rendendo strenue le sue resistenze e vince col tempo 4'31"07, contro i 4'31"37 di Giuseppe Pilello. Vicino ai 13 metri lo junior Santo Luvarà (Atl. Barbas) nel salto triplo che vince la gara al secondo salto con la misura di m. 12,95 (+4,2); dietro di lui il compagno di squadra Francesco Calcagno con m. 11,80 (+3,3). La gara dei m. 100 femminili vede la vittoria "sul filo di lana" di Maria Pia Cardamone (Fiamma Atl. Catanzaro) che prevale sulla compagna di squadra Silvia Carputi; 13"68 per la vincitrice e 13"79 per la seconda arrivata. Pronta a riscattarsi Silvia Carputi, nei metri 200 s'impone col tempo di 28"94 su Domenica Alampi (Atletica Barbas) che ottiene il 2° posto con il tempo di 29"04 e al terzo posto si colloca Maria Pia Cardamone (Fiamma Atl. Catanzaro) che ferma i cronometri in 29"27. Interessante la prova dei metri 400 piani ad opera di Letizia De Leo (Fiamma Atl. Catanzaro) che, con un gradevole stile di corsa, ottiene il tempo di 65"47. Ancora una doppietta dell'allieva di Piero Mirabelli, la junior Rita Caliò, che vince la gara del salto in alto (m. 1,55) e del salto triplo con la misura di m. 11,21. Nei m. 1000 cadetti s'impone Luigi Sghirrapi (Atletica Runners 2012 KR) che chiude la gara col tempo di 2'56"63; al secondo posto Luca Ursano (Fiamma Atl. CZ) che ottiene il tempo di 3'01"37. Il cadetto reggino Paolo Morello fa sua la gara del lancio del martello col personale di m. 32,67; il peso cadetti vede vincitore il sidernese Marco Crupi con metri 10,50. Interessante la gara dei m. 80 piani cadette, incerte fino all'ultimo metro, che hanno visto la vittoria di Letizia Panetta (Atletica Siderno) che taglia il traguardo in 10"85, avendo la meglio per pochi centesimi sulla compagna di squadra Greta Panetta, che ferma i cronometri sul tempo di 10"91. La seconda arrivata s'impone poi, facilmente, nella gara dei m. 300 dove ottiene il tempo 47"87. I metri 100 cadette vedono vincitrice Francesca Pancione (Atl. San Costantino) che, sempre con una gara "solitaria" ottiene il tempo di 3'16"55. Le rimanenti gare riservate alla categoria cadette vedono vincitrici le ragazze dell'Atletica Siderno che conquistano i titoli provinciali nel salto triplo (m. 8,78) e nei metri 80 Hs (15"66) con Chiara Crupi, nei m. 300Hs con Federica Vumbaca (54"57), nel salto in lungo con Letizia Panetta (m. 4,32) e con Gaia Battaglini che fa suoi i titoli provinciali nel getto del peso (m.7,91) e nel lancio del martello con m. 20,71.

pino pignata



Condividi con
Seguici su: