A Conegliano esordio 2006 per molti azzurri




 
Conegliano Veneto (TV) rinnova il feeling con la grande atletica. Domani, venerdì 26 maggio, allo stadio comunale (ingresso gratuito), va in scena il 16° memorial Toni Fallai, meeting in notturna che apre la stagione internazionale sulle piste venete e precede la 1° edizione dell’Ora di Maratona, una staffetta 24x1 ora organizzata in collaborazione con la Treviso Marathon. Dieci le gare in cartellone: sei maschili (200, 800, 1500, 5000, 110 ostacoli, peso) e quattro femminili (1500, 100 ostacoli, lungo, asta). Undici le nazioni in pista, dal Brasile all’Etiopia, dal Senegal alla Nigeria, al Kenya. Per gli azzurri (riflettori puntati soprattutto su mezzofondo) si tratterà di uno dei primi, significativi test stagionali, in vista anche dell’ormai imminente triangolare di Firenze con Cina e Russia (4 giugno). Sei i campioni italiani in carica in gara: Christian Obrist, Elisa Cusma Piccione, Silvia Weissteiner e Renate Rungger nei 1500, Marco Dodoni nel peso (dove troverà lo sloveno Vodovnik, finalista olimpico ad Atene) e Sara Bruzzese nell’asta. Tra gli atleti più attesi anche Vincenzo Rodia e Livio Sciandra, impegnati negli 800 contro il keniano Kombich e il senegalese Wagne; Luciano Di Pardo, Maurizio Bobbato e Christian Neunhauserer che, in un 1500 inserito nel cartellone della serata su richiesta del Settore tecnico azzuro, daranno vita, insieme ad Obrist, ad una sorta di campionato italiano della specialità; Mattia Maccagnan, in gara nei 5000 contro un folto gruppo di africani da 13:30; la lunghista trevigiana Laura Gatto e le astiste Arianna Farfaletti Casali (impegnata sulla pedana dove nel 2002 ha stabilito il record italiano) e Anna Giordano Bruno. Quella del memorial Toni Fallai potrebbe anche diventare la serata di qualche giovanissimo. Nel 2005, il meeting registrò il primato mondiale allievi di Bilal Mansour Ali negli 800 (1’44”34); domani andranno seguiti soprattutto due juniores azzurri, il duecentista vicentino Matteo Galvan (bronzo ai Mondiali allievi 2005) e la lunghista padovana Elena Facco. Curiosità anche per l’etiope Emebet Bedada Eta’a, a 15 anni, nel 2005, già capace di correre i 1500 in 4’21”23. Questo il programma del meeting, con i migliori iscritti. Ore 19.15 – 110 ostacoli: Castelo Branco (Bra), Miljus (Cro), Giovannelli, Comencini, Alterio, Favaro. Lungo femm.: Karanikic (Cro), Gatto, Trevisan, G. Franzon, Facco, Carlotto, Zancanaro, Pietrogrande. Asta femm.: Bruzzese, Farfaletti Casali, Giordano Bruno, Bresciani, Zanini, Guarda. 19.40 – 100 ostacoli: Vukmirovic (Slo), Trevisan, Gregori, S. Franzon, Nicolussi, Previtali. 20 – 200 masch.: Deji (Nig), Sane (Nig), Kuranage (Sri), Galvan, Fogliato, Riparelli. Peso masch.: Vodovnik (Slo), Dodoni, Capponi. 20.20 – 1500 femm.: Eta’a (Eti), Weissteiner, Cusma Piccione, Palmas, Rungger, Romagnolo, Costanza, Tschurtschenthaler, Dal Ri, Rinicella, Di Grazia, Vulcan, Morosin. 20.30 – 1500 masch.: Bazhar (Mar), Chatbi (Mar), Kamali (Mar), Obrist, Bobbato, Neunhauserer, Di Pardo, De Marco, Gullì, Ciallella, La Rosa, Rachedi, Bernardoni. 20.35 – 5000 masch.: J. Kirwa (Ken), Tarbei (Ken), J. Keino (Ken), R. Kipchumba (Ken), K. Slimani (Mar), Chane (Eti), Maccagnan, Ricatti, A. Sorgato, S. Scaini, Chiarelli, Ploner, Bona. 21 – 800 masch.: Kombich (Ken), Wagne (Sen), Moro (Mar), Sciandra, Rodia, Crepaz. (Mauro Ferraro / CR FIDAL Veneto) Nella foto, Elisa Cusma (Omega/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: