4x400 sugli scudi: 3:02.11 dopo 13 anni!

16 Giugno 2018

A Berna, in Svizzera, vittoria per la staffetta azzurra: Daniele Corsa, Michele Tricca, Vladimir Aceti e Davide Re firmano il crono più veloce di un quartetto italiano dal 2005


 

Sorrisi azzurri dal meeting di Berna, in Svizzera, dove la staffetta 4x400 maschile vince con un notevole risultato. Il tempo finale di 3:02.11 è infatti il miglior crono per un quartetto dell’Italia negli ultimi 13 anni. Un team lanciato da Daniele Corsa (Fiamme Oro) che ha cambiato al secondo posto con Michele Tricca (Fiamme Gialle), poi il campione europeo under 20 Vladimir Aceti (Fiamme Gialle) e il capolista stagionale Davide Re (Fiamme Gialle) che si è portato subito in testa all’inizio dell’ultima frazione. Era dal 19 giugno 2005, con il 3:01.96 in Coppa Europa a Firenze, che una staffetta del miglio azzurra non correva così veloce e quello di stasera è l’undicesimo crono di sempre a livello nazionale alltime, a poco più di sette decimi di secondo dal record italiano di 3:01.37 che resiste dal 1986.

VIDEO | LA 4x400 DELL'ITALIA VINCE A BERNA IN 3:02.11

LA GARA - Dai blocchi di partenza scatta Daniele Corsa, protagonista nello scorso weekend ai Campionati del Mediterraneo under 23 di Jesolo con l’argento sui 400 metri in 45.79 per un progresso di 22 centesimi, oltre che standard di iscrizione per la gara individuale agli Europei di Berlino. Il 21enne pugliese cede il testimone a Michele Tricca, che una settimana fa a Ginevra è tornato vicino al personale con 46.23, e il piemontese classe ’93 rientra alla corda in seconda posizione mettendosi quindi all’inseguimento del frazionista britannico, leader provvisorio. Al momento del cambio, viene affiancato dall’olandese Liemarvin Bonevacia (bronzo europeo sia indoor che all’aperto) e il non ancora ventenne lombardo Vladimir Aceti si trova terzo, anche se molto vicino alla coppia di testa, con un distacco che si assottiglia all’ingresso nel rettilineo principale in cui i tre contendenti procedono praticamente affiancati. Poi tocca al 25enne ligure Davide Re, 45.31 al recente meeting di Ginevra. Il quinto azzurro di sempre sul giro di pista riceve il bastoncino molto rapidamente e con un’azione decisa guadagna il comando della gara, per respingere l’assalto della seconda squadra della Gran Bretagna (3:03.28) e dei Paesi Bassi (3:03.51). Questi i crono parziali da una video analisi: Corsa 46.40, Tricca 45.53, Aceti 45.31, Re 44.87. Nella trasferta, sotto supervisione del tecnico federale Riccardo Pisani, presente come riserva anche il ventenne lombardo Mattia Casarico (Gs Bernatese), chiamato in sostituzione del siciliano Giuseppe Leonardi (Carabinieri) che ha dovuto rinunciare perché influenzato.

FOFANA 13.59 - Un azzurro al via nel CITIUS Meeting anche sui 110 ostacoli con il secondo posto in 13.59 (+0.9) di Hassane Fofana, che sfiora il primato stagionale di 13.57 ottenuto nello scorso weekend sempre in Svizzera, ma in quel caso a Ginevra. Il 26enne lombardo delle Fiamme Oro pareggia il suo quinto risultato di sempre, ad appena sette centesimi dal record personale di due anni fa. Davanti a tutti il non ancora ventenne svizzero Jason Joseph, campione europeo under 20 nel 2017 a Grosseto, sceso a 13.46.

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: