29 gennaio con la Corsa di Miguel

18 Gennaio 2017

Sulle strade della capitale torna la 10 chilometri di sport e solidarietà dedicata al poeta e maratoneta argentino desaparecido Miguel Sanchez. 


 

Domenica 29 gennaio a Roma torna la Corsa di Miguel, la classica corsa capitolina in ricordo del maratoneta e poeta argentino desaparecido Miguel Sanchez. Presentata oggi al Foro Italico di Roma con la partecipazione del presidente della FIDAL Alfio Giomi e del Segretario Generale del CONI Roberto Fabbricini, la manifestazione attende al via circa diecimila persone. Nella scorsa edizione, conclusa con le vittorie di Laila Soufyane e Daniele D’Onofrio, furono infatti quasi cinquemila gli arrivati alla gara competitiva, con circa 3500 runner nella non competitiva e nella Strantirazzismo.

IL PERCORSO - Per la XVIII edizione si torna alla distanza dei 10.000 metri: i runner partiranno alle 9.30 da Piazzale della Farnesina per correre lungo il Tevere fino a Ponte Risorgimento, dove attraverseranno per poi risalire fino a Ponte Milvio. L’arrivo è invece posto all’interno dello Stadio Olimpico, che verrà raggiunto da via dei Gladiatori. Confermata sui 4km la Strantirazzismo che partirà invece dal Ponte della Musica per arrivare sempre all’Olimpico.

NELLE SCUOLE - La Corsa di Miguel coinvolge ogni anno anche migliaia di studenti: i ragazzi, oltre a partecipare alle gare organizzate nelle scuole romane, curano anche la pubblicazione di un quotidiano online nell’ambito dei progetti di alternanza scuola-lavoro. Attività che proseguiranno fino al Golden Gala Pietro Mennea (l’8 giugno allo Stadio Olimpico di Roma) in collaborazione con FIDAL e Runcard.

PER I TERREMOTATI – A pochi mesi dal terribile sisma che ha colpito il centro Italia, nel 2017 la Corsa di Miguel porterà a Roma – attraverso dei pullman organizzati - i ragazzi di due istituti superiori di Norcia e Amatrice, mentre un terzo gruppo di runner arriverà dalle Marche. La classifica per società è stata intitolata a Gabriele Nobile, il podista di Saletta (RI) che ha perso la vita sotto le macerie insieme alla moglie Loretta, mentre il pettorale numero uno è già stato assegnato al mezzofondista Samuele Grasselli, il giovane fondatore di “Io non crollo”. I nomi dei comuni colpiti sono stati stampati sulle bandane che verranno fornite ai tutti i partecipanti, mentre nel pacco gara verranno inseriti prodotti delle zone terremotate, in particolare di Caldarola (MC). In vendita anche le magliette “Schiacciamo la paura”. La Corsa di Miguel già dal terremoto de L’Aquila del 2009 propone iniziative di solidarietà, come l’edizione speciale intitolata alla maratoneta Michela Rossi in scena ogni autunno, da otto anni, proprio a L’Aquila.

Nata il 9 gennaio del 2000 nell’anniversario del rapimento di Miguel Sanchez, uno dei quasi 30.000 desaparecidos vittime della dittatura argentina, è organizzata dal Club Atletico Centrale e dall’UISP.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: