2,19 nell'alto per Ferrante Grasselli nella prima giornata dei Campionati Regionali




 

Sono stati assegnati i primi 6 titoli regionali assoluti della Emilia Romagna, dopo quelli delle categorie allievi, juniores e promesse, in palio nello scorso fine settimana.

I 6 nuovi campioni regionali sono Luca Valbonesi e Federica Giannotti nei 60 metri, Elamjad Khalifi e Costanza Adamo nei 60 hs, Ferrante Grasselli e Matilde Avanzini nel salto in alto. La sola Giannotti aveva vinto il titolo regionale indoor assoluto anche lo scorso anno, mentre Ferrante Grasselli e Matilde Avanzini lo avevano vinto nel 2013 (e Grasselli in altre 2 precedenti edizioni).

Le gare di oggi (e di domani) sono open, cioè aperte anche agli atleti di altre regioni, che in effetti sono stati fra i vincitori assoluti nei 60 metri uomini e donne e nei 60 hs donne.

Nei 60 metri uomini ben 19 batterie hanno delineato le 4 finali con i migliori tempi: in qualificazione il miglior tempo è stato di Alberto Boretti (Cus Genova) con 6.73, miglior tempo in campo nazionale per il 2015, almeno sino ad oggi, che ha limato 3/100 dal personale. In finale A si qualificano per l’Emilia Romagna Mattia Cesari (Fratellanza 1874 Modena) con il personale di 6.94, Luca Valbonesi (Atl. Imola Sacmi Avis) 6.95 e Simone Pettenati (Fratellanza) 6.98. L’allievo Andrei Alexandru Zlatan (Atl. Reggio) con 7.04 è invece il 7° tempo e correrà la finale B. Debutto stagionale nei 60 metri per il neo junior Diego Aldo Pettorossi (Virtus Emilsider Bologna) con 7.16. Nella finale A Boretti si migliora con 6.71 e precede Luca Valbonesi con 6.90, che vince quindi il titolo regionale della Emilia Romagna; al 3° posto Pettenati con 6.98, mentre è 5° (3° in regione) Cesari con 7.00. La finale B è vinta da Sebastiano Spotti (Interflumina E’ Più Pomì) con 6.95, davanti a Marco Gianantoni (Virtus Emilsider Bologna) 6.98 e Zlatan, che si conferma anche oggi l’allievo più veloce, 6.99. Nella finale D Pettorossi, dopo avere già migliorato il personale in batteria, lo disintegra con 6.94, in pratica il 2° tempo di oggi dopo Valbonesi e a pari merito con Cesari e Pettenati, fra gli atleti della nostra regione.

Nei 60 hs la nuova norma in vigore da quest’anno per gli atleti stranieri equiparati consente anche a un atleta non italiano di fregiarsi del titolo regionale assoluto (negli anni scorsi i non italiani residenti potevano vincere solo i titoli di categoria). E la nuova norma viene subito sfruttata da Elamjad Khalifi, che in carriera aveva vinto titoli italiani e regionali in quantità industriale ma di categoria e oggi vince la finale di questa gara con 8.14, che è anche primato personale. Al 2° posto è Luca Casadei (Atl. Imola Sacmi Avis) con 8.16, mentre al 4° posto e 3° in regione è lo junior Matteo Orsatti (Cus Parma) con 8.73 (e 8.68 in batteria).

Nell’alto, in una giornata trionfale per il settore (nella Repubblica Ceca oggi c’è stato il primato italiano eguagliato da parte di Marco Fassinotti con 2,34, oltre al 2,30 di Silvano Chesani e 1,96 di Alessia Trost), Ferrante Grasselli (Fratellanza) ottiene il suo miglior risultato stagionale con 2,19 e vince per la quarta volta il titolo regionale assoluto indoor dell’alto. Come atleti della nostra regione si piazzano al 4° posto Marco Margini (Cus Parma) con 1,97 e al 5° Enrico Neviani (Self Montanari Gruzza) con 1,94.

Nei 60 metri femminili 10 batterie indicano in Federica Giannotti (Atl. Reggio) il miglior tempo con 7.62, a 3/100 dal personale dello scorso anno. Si qualificano per la finale A anche le altre atlete della regione, le allieve Eleonora Iori (Fratellanza) con 7.73 e Laura Fattori (Atl. Reggio) con 7.78 e le junior Paola Forghieri (Fratellanza) con 7.74 e Leonice Germini (Atl. Reggio) con 7.78. Sotto gli 8 secondi anche Georgina Boateng e Daria Sinatra, una junior e l’altra allieva, ma entrambe della Interflumina E’ Più Pomì, con 7.86 e 7.97. In finale prevale però Martina Favaretto (Aristide Coin Venezia) con 7.61, che precede la Giannotti con 7.70, mentre la sola Fattori si migliora con 7.75 rispetto alla batteria e si piazza al 3° posto; 4° posto per la Iori con 7.80.

Nei 60 hs donne per la finale A si qualificano tutte atlete di fuori regione: vince Sara Balduchelli (Bracco Atletica) con 8.48. Prima fra le emiliane e vincitrice del titolo regionale è Costanza Adamo (Atl. Piacenza) con 9.46, al 2° posto nella finale B, in cui precede le juniores Prisca Tamarozzi (Francesco Francia) con 9.47 e Giulia Raiano (Cus Bologna) con 9.74.

Nell’alto 1,61 per la junior Matilde Avanzini (Cus Parma) con 1,61, già vincitrice del titolo nel 2013. Ancora atlete della categoria juniores sul podio, con il 2° posto per Debora Beltramini (Endas Cesenatico) con 1,58 e 3° posto per Maria Carolina Gatti (Atl. Reggio) con 1,55.

Giorgio Rizzoli

Le foto dei 60 metri e della premiazione sono di Claudio Fattori

La galleria fotografica nella pagina facebook della Fratellanza dei Campionati Regionali Indoor Assoluti e dei Campionati Invernali di Lanci di sabato 24 gennaio a Modena (foto di Gualtiero Marastoni)



Condividi con
Seguici su: