2^ Prova Invernali Lanci: in cinque conquistano la finale nazionale




 

caccamoSi è svolta a Reggio Calabria la seconda prova regionale del Campionato Invernale di Lanci, che ha visto impegnati nelle specialità del disco, martello e giavellotto, i lanciatori calabresi alla ricerca di un posto tra i finalisti alla fase finale del campionato, che si disputerà a San Benedetto

del Tronto il 6 e 7 marzo prossimi e dove verranno assegnati i titoli italiani individuali. Le cose sono andate meglio, rispetto alla prima prova, in quanto dai risultati ottenuti, si è potuto registrare l’inserimento di altri tre atleti nella lista dei finalisti nazionali; la gara del martello assoluto maschile, che comprendeva seniores e promesse, ha visto ancora la vittoria di Pietro Mallamace (Atletica Stadio), che con la misura di metri 56.21, consolida la sua leadership in vetta alla classifica degli 8 finalisti; nella stessa gara, Piergiuseppe Ranieri (Naf Aranca) ottiene la misura di m. 53.01 e si colloca in quinta posizione nell’elenco dei finalisti. Il giavellotto femminile è stato vinto da Alessia Caccamo (Atletica Olympus) che migliora la prestazione della prima prova e con la misura ottenuta di metri 39.02, conquista il nuovo primato regionale juniores (precedente apparteneva a Maria Grazia Dragone - CSG CZ Lido- con m. 33,97) e accede alla finale con la 7^ prestazione. La stessa atleta viene però detronizzata dalla lista dei primati regionali allieve, nella gara del lancio del disco, dove l’atleta Monia Cantarella (Naf Aranca) ottiene la misura di m. 39,62 e conquista l’accesso alla finale di San Benedetto, inserendosi al 5° posto. Nell’occasione, la lotta per la conquista delle primissime posizioni sarà ancora più dura, visto che la gara sarà selettiva per l’individuazione di 2 juniores ed 1 promessa che la settimana successiva prenderanno parte ad Ascoli Piceno, indossando la maglia azzurra, all’incontro internazionale di lanci lunghi giovanile. Nel giavellotto maschile, Luca Michele Sergi (Atletica Minniti) non partecipa alla gara, conscio di essersi qualificato per la finale nazionale dove, con la misura di metri 56,07 ottenuta nella prima prova regionale del campionato, occupa la terza posizione, a solo un metro dal capolista. Nel disco promesse maschile Vitaly Mesiani (Atletica Olympus ) lancia l’attrezzo a m. 42.31, ma la misura non è sufficiente, solo per poco, a collocarlo negli otto finalisti nazionali. Buone prestazione sono venute anche dal martello juniores, vinto da Antonio Martino (Naf Aranca) con metri 50.04; dal martello allievi che è stato vinto da Fabio Zangari (Atletica Minniti), che prevale su Paolo Falduto (Naf Aranca) secondo arrivato con m. 48,35 e su Domenico Cuzzocrea (Atletica Olympus) terzo con m. 41,67. Il lancio del disco allievi (da kg. 1,500) è stato vinto da Domenico Cuzzocrea (Atletica Olympus) che scaglia il suo attrezzo a metri 41.90, prevalendo sul secondo arrivato Alessandro Di Giorgio (Atletica Minniti) che ottiene la misura di m. 32,41. Ai cinque finalisti di San Benedetto del Tronto, un “in bocca al lupo”, foriero di risultati importanti, che possano consolidare il prestigio del nostro settore lanci regionale, che ormai da tanti anni continua a mietere prestazioni importanti in campo nazionale.

 

RISULTATI



Condividi con
Seguici su: