2^ Fase Lanci Invernali, predomina il maltempo




 

MallamacePietroIl Comitato Regionale della Fidal Calabria non ha ritenuto dover rimandare alla settimana prossima lo svolgimento della seconda prova regionale dei Campionati Invernali Lanci, forte delle previsioni che davano “schiarite” fino alla sera di sabato; invece sin dall’inizio della prima gara in programma, una leggera pioggia, che man mano diventava sempre più insistente, ha accompagnato l’intero svolgimento della competizione, che si è svolta sabato 11 febbraio presso l’impianto di atletica leggera di Reggio Calabria.

I lanciatori in gara, avevano a loro disposizione solo questa prova per riuscire a piazzarsi per la finale nazionale, prevista a Lucca il 25 e 26 febbraio prossimi, dove verranno assegnati i titoli italiani per le categorie assolute e giovanili. Comunque, anche a dispetto della pioggia, diversi atleti si sono migliorati rispetto alla precedente prova ma, a parere del sottoscritto, poche sono le speranze di “piazzarsi” nelle diverse finali di Lucca. Nella gara del martello assoluto, si migliora Pietro Mallamace (Atletica Minniti) che piazza un miglior lancio di metri 53.99, che lo pone attualmente all’11° posto della classifica provvisoria, posizione che gli consentirebbe l’accesso alla finale, in attesa dei verdetti di sabato e domenica prossima, quando saranno impegnati i lanciatori delle regioni che non hanno potuto gareggiare nell’ultimo week-end causa maltempo. La gara del martello juniores vede questa volta vincitore Fabio Zangari (Atletica Minniti) con la misura di m. 52,33 e al secondo posto si piazza Paolo Falduto (Naf Aranca) con m. 51,26. Anche per loro un filo di speranza, visto che attualmente ricoprono rispettivamente l’8^ e la 7^ posizione, in virtù del miglior risultato conseguito nelle due prove disputate (nella categoria juniores accedono i primi otto). Ancora martello con Tiziana Chiricosta, reggina in forza all’Asi Veneto, che si aggiudica la gara con la misura di metri 46,33 lasciando dietro di se Alessandra Pizzimenti, anche lei reggina che difende i colori del CUS Pisa, che scaglia l’attrezzo a metri 43,45. Conclude le gare di martello la cadetta Aurora Cuzzocrea (Atletica Olympus) che migliora il suo personale, portandolo a metri 45,68 evidenziando la voglia di ripetere una stagione importante come quella dello scorso anno, quando ai Campionati Italiani cadetti e cadette di Jesolo, conquistò una prestigiosa medaglia di bronzo. Ancora un bel duello nella gara del lancio del disco juniores dove, solo all’ultimo lancio, Domenico Cuzzocrea (Atletica Olympus) ha scalzato dalla testa della classifica Alessandro Di Giorgio (Atletica Minniti); entrambi gli atleti, dotati di buone qualità fisiche e di buona tecnica, sono proiettati verso risultati importanti che renderanno pieno merito al loro impegno e a quello di chi crede in loro; 43 metri e 9 centimetri per il vincitore e 42,45 per il secondo classificato. La gara del giavellotto femminile ha visto ancora impegnata Gaia Sergi (G.S. Aschenez) alla ricerca di qualche metro in più, rispetto al 35,78 realizzato nella prima prova, ma la pioggia che nel frattempo era diventata un po’ più insistente, unitamente alla tensione della gara, non le hanno consentito di lanciare il giavellotto oltre i m. 35,67 e anche per lei resta l’attesa che tutte le regioni concludano le proprie fasi, per avere la lista dei finalisti.

(Pino Pignata)

 

RISULTATI



Condividi con
Seguici su: