100 km, Paolo Bravi argento mondiale!

13 Settembre 2015

Il recanatese della Grottini Team conquista un doppio secondo posto, europeo e iridato, da capitano con la squadra italiana a Winschoten (Olanda)

 

Grande soddisfazione per il recanatese Paolo Bravi, che si aggiudica due medaglie d’argento al Campionato mondiale ed europeo della 100 chilometri di corsa su strada. La formazione italiana ottiene infatti una doppia seconda posizione a squadre della rassegna svolta a Winschoten (Olanda): in entrambi i casi alle spalle della Svezia ma davanti alla Francia, anche grazie alla squalifica della Russia che si era inizialmente piazzata seconda, ma tolta dall’ordine di arrivo per un’irregolarità nella divisa di gara. Il 40enne ingegnere, atleta e presidente della Grottini Team, riesce ad avvicinare il primato personale con il crono finale di 7h15’30” che vale il 36° posto mondiale e il 27° a livello europeo.

Paolo Bravi

Quattro minuti in più rispetto al suo miglior tempo in carriera (7h11’28” realizzato nel 2012), ma può festeggiare sul podio la sua quarta presenza consecutiva in una manifestazione internazionale, che è anche la seconda di fila da capitano azzurro.

“Un’esperienza davvero splendida - commenta il marchigiano - e coronata dall’ottimo risultato di squadra in una prova non facile che comunque sono riuscito a completare non troppo distante dal personal best, correndo a una media di 4’21” al chilometro per lasciarmi alle spalle il ritiro dell’anno scorso. Ho condotto una buona gara fino al 74° chilometro, poi ho perso qualcosa nell’ultimo tratto, ma può succedere in una competizione così lunga. Le condizioni erano ideali per correre nonostante un po’ di vento, su un tracciato pianeggiante con 15 gradi di temperatura. Non è stata la mia miglior giornata, anche se sono riuscito ad andare al mio ritmo. Dopo tanti chilometri percorsi nella vita, questa è una bella consacrazione. Adesso un po’ di riposo, ma nei prossimi mesi potrei puntare al campionato italiano della 50 km, il 22 novembre a Salsomaggiore Terme, sempre con l’intenzione di divertirmi. Invece per il Mondiale del prossimo anno ci sarà da guadagnarsi la convocazione, che non è scontata. Ringrazio chi mi ha seguito sul posto, da mio papà all’amico Sandro Marconi presente anche in veste di fotografo, e tutti quelli che mi hanno sostenuto da casa, la Recanati sportiva e il mondo italiano del running”.

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su: