10^ Corribianco International Road Race: trionfano Nadia Ejiani e Ezekiel Kemboi




 

Corribianco 2011Il suggestivo lungomare di Bianco (RC), il 6 agosto, ha festeggiato il decimo anno della Corribianco road – race, nel segno del Campione olimpico e mondiale delle siepi, Ezekiel Kemboi. La corsa, già nell'elitè del panorama nazionale, si è consacrata anche a livello internazionale. La presenza di Kemboi, infatti, ha permesso alla competizione di fare un ulteriore salto di qualità. Il Comune di Bianco, la Provincia di Reggio Calabria, la Regione Calabria hanno da sempre sostenuto questa manifestazione che,

ancora una volta, ha consolidato il felice connubio con l'A.I.L. (Associaziona Italiana contro le leucemie linfomi e mieloma) a cui l'intero ricavato delle iscrizioni sarà devoluto, nello specifico alla sezione “A. Neri” di Reggio Calabria. Importante anche, in questa edizione, la partnerchip del centro commerciale “La Gru” di Siderno e la new entry Acqua Suio, che ha voluto investire in questo importante evento sportivo. È stato un fine settimana ricco di eventi, grazie al Corribianco Village, alla seconda Sagra della melanzana, alle numerose tipicità culinarie, agli artisti che hanno intrattenuto i bambini, al concerto de “I Tarant Quartet”, al classico ballo del “cavalluccio”. Una moltitutide di t-shirt che, sin dalle ore 19:30, ha “inondato” il lungomare per la corsa non competittiva di 2 km; un'autentica apoteosi in cui i protaginisti sono stati i bambini accompagnati dai loro genitori che, mano nella mano, e assieme al campione olimpico e mondiale, Ezekiel Kemboi e all'argento di maratona, Anna Incerti, con un semplice gesto, hanno riportato al suo significato originario l'essere sportivo. La Corribianco non è solo gara – spettacolo, solideriatà, ma anche promozione del territorio con le sue bellezze artistico-paesaggistiche, le tipicità enogastronomiche, mediante la settimana di sport – turismo, che anche quest'anno ha potuto registrare il tutto esaurito, dall'Italia e soprattutto dall'estero. Avvincente la gara femminile nella quale già alla fine del primo dei quattro giri previsti facevano il vuoto le italiane Nadia Ejifini, Anna Carmela Incerti e la giovane quanto elegante americana Angela Bizzarri. Le tre procedono insieme a ritmi elevatissimi fino agli ultimi trecento metri quando, la Ejifini, neo – campionessa italiana dei 10000 metri rompe gli indugi ed allunga quel tanto che le serve per aggiudicarsi la volata sulla maratoneta siciliana Anna Carmela Incerti. Ottima terza piazza per la giovane americana Angela Bizzarri. La Ejifini dà dimostrazione di essere Lei la più forte in Italia su queste distanze ed infatti, stabilisce il nuovo record del tracciato, 20'59''. Grandi nomi ad infiammare una 10 km maschile che si è consumata in sei giri. Molto atteso il campione olimpico e mondiale delle siepi, Ezekiel Kemboi, che non ha certo deluso le aspettative della vigilia: lo si aspettava nella sfida col connazionale Dixon Kiptolo Chumba e il giovane americano Scotty Bauhs. E le attese non sono state certo deluse. Gara subito con ritmi vertiginosi imposti dai keniani Dixono Kiptolo Chumba ed Ezekiel Kemboi, che già alla fine del primo giro staccano gli altri e fanno gare a sé. Molto accorta la condotta di gara dell'americano Bauhs che procede in terza posizione. Dal terzo al quinto giro i due keniani davanti viaggiano a ritmi da record del tracciato, ma a 300 mt dal traguardo, Ezekiel Kemboi cambia passo, staccando Dixon Kiptolo ed involandosi verso il traguardo, bissando il successo dello scorso anno col crono di 28'45''. Alle sue spalle Dixono Kiptolo Chumba (28'49''), seguito dall'americano Scotty Bauhs (28'56''), che ha dato dimostrazione di grande sagezza tattica. Primo italiano, Stefano Scaini (30'11''), seguito dal maratone Ottaviano Andriani (30'51'').

Per consultare tutte le classifiche visitate il sito ufficiale www.corribianco.it

Giovanni Certomà



Condividi con
Seguici su: