1° maggio in marcia con Schwazer e Rigaudo




 

Il 1° maggio sfilano gli assi della marcia azzurra con il ritorno alle competizioni, dopo due anni, del bronzo olimpico Elisa Rigaudo, in gara sui 10.000 metri in pista ad Alessandria insieme al ventista Giorgio Rubino. A Sesto San Giovanni, test di 20km per Alex Schwazer. Attesi anche gli olimpionici russi Borchin e Kaniskina.     

La 54ª Coppa Città di Sesto San Giovanni (MI) attende il campione olimpico della 50km Alex Schwazer. Il carabiniere altoatesino torna nella località lombarda a due settimane di distanza dai 10.000 metri in pista marciati in occasione della seconda prova del Grand Prix 2011. Un test-gara concluso in 40:43.6 alle spalle del compagno di squadra bergamasco Matteo Giupponi, quest'anno già leader di entrambe le prove del GP e primo con il personal best (1h22:36) sui 20km di Podebrady (Rep. Ceca). Anche lui sarà al via dell'appuntamento internazionale del 1° maggio, tappa numero 4 dello IAAF Race Walking Challenge. Ad aggiudicarsi l'edizione 2010 della manifestazione era stato proprio Schwazer - primatista italiano (1h18:24) e argento europeo della distanza - che si era lasciato alle spalle il norvegese Tysse e il francese Diniz. Stavolta, invece, la sua partecipazione avrà, come per le sue precedenti uscite, il senso di un momento di verifica nel percorso di recupero dell'infortunio al ginocchio patito a fine gennaio. L'azzurro affronterà la prima 50km dell'anno il 19 giugno a Villa di Serio (BG). Gran favorito, quindi, a Sesto dovrebbe essere il russo, campione olimpico e mondiale della 20km, Valeriy Borchin che, lo scorso 9 aprile, ha già dominato in 1h18:55 la seconda data dello IAAF Challenge a Rio Maior (Portogallo). Terzo in quell'occasione (1h19:36) e suo avversario anche a Sesto sarà il messicano Eder Sanchez, bronzo iridato a Berlino 2009 e quest'anno vincitore a Chihuahua (Messico) davanti al colombiano Luis Lopez (1h22:17), altro atleta atteso al via domenica prossima. Con loro anche il tunisino Hassanine Sebei nel 2011 già ben piazzato al Memorial Albisetti di Lugano (4°/1h20:20 PB) e a Rio Maior (5°). Sui 20km femminili, invece, la stella è Olga Kaniskina, la 26enne russa con al collo un oro olimpico (2008), due mondiali (2007-2009) e uno europeo (2010). Anche lei è stata protagonista assoluta della seconda prova del Challenge vinta in 1h28:35. A Sesto San Giovanni, tra le altre, incontrerà di nuovo la portoghese Vera Santos, terza a Rio Maior in 1h29:55. La partenza della gara femminile è fissata per le ore 10; nel pomeriggio alle 16 il via della prova maschile. [Il sito della manifestazione]

Tempo di mettersi in marcia anche per altri due campioni azzurri del tacco-punta: il bronzo olimpico Elisa Rigaudo e il ventista Giorgio Rubino. L'occasione saranno i 10.000 metri in pista al Meeting di Alessandria. La Rigaudo, dopo la nascita della piccola Elena a fine settembre, da diversi mesi è ormai tornata ad allenarsi, come Rubino, sotto la guida di Sandro Damilano. L'ultima gara, prima della maternità, per Elisa era stata il 19 settembre 2009 a Saransk (Russia) in occasione della finale dello IAAF Race Walking Challenge dove si era classificata al terzo posto. Per l'atleta delle Fiamme Gialle quella di domenica sarà una prima verifica della condizione in vista della sua prima uscita internazionale che dovrebbe essere il 22 maggio in Coppa Europa ad Olhão (Portogallo). Idem per il finanziere romano - 25 anni appena compiuti - che da alcune settimane ha potuto finalmente riprendere la preparazione presso il Centro Marcia di Saluzzo. Un problema di natura neuromuscolare lo teneva, infatti, ai box da diversi mesi all'indomani di un 2010 in cui, nonostante un'annata condizionata da un infortunio, si era piazzato quinto agli Europei di Barcellona. Rubino - quarto ai Mondiali di Berlino 2009 - aveva, quindi, chiuso la stagione a settembre con il terzo posto alla finale dello IAAF Challenge di Pechino, portando a casa anche un ottimo crono (38:00) sui 10km. Quest'anno il suo obiettivo dichiarato è il 28 agosto, giorno della 20km ai Mondiali di Daegu (Corea del Sud).

a.g.

Nella foto, il bronzo olimpico della 20km Elisa Rigaudo (Giancarlo Colombo/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: