Nato a Milano il 16 settembre 1901 e scomparso a Garda il 7 luglio 1968. Presenze in Nazionale: 3. Campione olimpico di marcia su pista nel 1920 (3 km, 10 km) e nel 1924 (10 km).

Esordì nel 1918 in una "popolarissima". Non ha mai ottenuto un primato mondiale ufficiale, ma ne ha centrati 6 indoor in una tournée negli Stati Uniti nel 1925. Tre medaglie d’oro olimpiche tra il 1920 ed il 1924 su distanze però non più praticate ai Giochi. Per rendersi conto, a distanza di tanto tempo, dell’importanza che rivestì la sua doppietta ai Giochi Olimpici di Anversa (1920), basterà ricordare che Achille Beltrame gli riservò una tavola a colori sulla Domenica del Corriere. All’esordio da marciatore vinse la prima gara disputata, e l’anno dopo (1919), oltre al titolo italiano sui 10 km, si affermò anche nel Giro di Milano. Fu nella 10 km che vinse la prima medaglia d’oro olimpica mai conquistata dal nostro Paese, doppiata pochi giorni dopo con quella sui 3 km nonostante un fastidioso mal di denti. Nel corso della sua carriera si aggiudicò anche numerose prove all’estero, in Cecoslovacchia, Danimarca, Francia, Gran Bretagna; più di ogni altra però rimane famosa la sua tournée negli USA. Abbandonò poi l’attività perchè le gare di marcia furono escluse dal programma delle Olimpiadi nel 1928, ma rientrò in vista dei Giochi del 1932. Nel 1934 ha scritto un libro intitolato "Marciando nel nome dell’Italia".

Curriculum
Titoli italiani: 10 km pista 1919, 1920, 1921, 1923, 1924, 1931 - 3 km pista 1921, 1922 - ora su pista 1920
Giochi Olimpici: 1/1920 3 km pista, 1/1920 10 km pista, 1/1924 10 km pista, 3/1932 50 km strada

Condividi