Nato a Teolo (Padova) il 4 novembre 1938. Alto 1.86 per 75 kg di peso. Presenze in Nazionale: 22. Primato europeo juniores nel 1957, primato europeo nel 1961, primato mondiale nel 1962, sempre sui 400 ostacoli; primato mondiale 440 yards ostacoli nel 1961. Allenatori: Giordano Cumar, Alessandro Calvesi. Campione europeo 1962 sui 400 ostacoli.

Dalle gare di velocità a livello studentesco, Morale passò ben presto ai 400 ostacoli dimostrandosi subito ragazzo di grandi possibilità. Aveva 18 anni quando vinse il suo primo titolo italiano, e in quel 1957 corse in un 51.7 che sarebbe stato primato europeo juniores se allora simili tabelle di categoria fossero esistite. Seguito dal goriziano Giordano Cumar, fu poi assistito da Alessandro Calvesi quando divenne atleta affermato. A Roma, nel 1961, ha realizzato due record europei degli ostacoli in una sola corsa, con 49.7 (400 metri) e 50.1 (440 yards). Nel 1962 ha avuto la sua stagione migliore. Ai campionati Europei di Belgrado, dopo un 50.0 apparentemente facile in semifinale, ha fatto gara a sé il giorno seguente in finale, laureandosi campione continentale in 49.2. Così ha eguagliato il record mondiale dell’americano Glenn Davis. Oltre alle imprese sopra ricordate vinse in quel periodo anche le Universiadi e stabilì il primato italiano dei 200 ostacoli. Sicuramente meno generoso e più calcolatore di Frinolli nel suo approccio alla gara, più potente ma meno perfetto stilisticamente del suo amico-rivale romano. Nel 1964, quando sembrava aver perso il rango di numero 1 anche in Italia, è risorto imperiosamente nella finale olimpica di Tokio, conquistando la medaglia di bronzo. Miglior tempo sui 400 piani: 47.6 (1962).

Curriculum
Titoli italiani: 400hs 1957, 1958, 1960, 1961
Giochi Olimpici: elimin. sf/1960 400hs, 3/1964 400hs, elimin. batt./1964 4 x 400
Campionati Europei: 1/1962 400hs, 5/1962 4 x 400

Performances 400 ostacoli
49.2 (1) Belgrado 14-9-62
49.7 (P) Roma 15-10-61
50.0 (1) Sofia 1-9-61
50.0 (1)sf1 Belgrado 13-9-62
50.1 (2) Roma 19-9-64
50.1 (3) Tokyo 16-10-64
50.3 (1) Roma 24-6-62
50.3 (1) Stoccolma 15-8-62
50.4 (3)sf2 Tokyo 15-10-64
50.5 (1) Mosca 2-7-61
50.5 (1) Parigi 8-7-61

P = di passaggio in gara di 440 yards; sf = semifinale

Condividi